Relazioni criminali

12,00

Tre vicende criminali svoltesi nel Veneto nel periodo tra il 1968 e 1983, raccontate da colui che nei relativi procedimenti fu titolare dell’azione penale in qualità di sostituto Procuratore della Repubblica.

AUTORE: Nicola Cipriani
ISBN: 9788899278366

FORMATO: 15×21
NR PAGINE: 126

Tre vicende criminali svoltesi nel Veneto nel periodo tra il 1968 e 1983, raccontate da colui che nei relativi procedimenti fu titolare dell’azione penale in qualità di sostituto Procuratore della Repubblica. Il primo racconto, ambientato in una località della zona collinare di Verona, ha come protagonisti i componenti di una tipica famiglia patriarcale, colti nel 1968, all’inizio della disgregazione dei valori tradizionali sotto i colpi della mutazione sociale figlia della società del benessere. Nel secondo, articolato in forma di diario, sono raccolte le riflessioni di una donna, moglie e madre che, in fasi diverse della vita matrimoniale, oltraggiata e avvilita dal marito sotto il peso dell’indifferenza, dei tradimenti e del divorzio, rompe la gabbia della depressione e si scatena con una forza distruttrice che assume le tinte della tragedia greca. Il terzo racconto, imperniato sulle rocambolesche avventure di un uomo della bassa veronese dalla normalità flessibile, dedito in prevalenza a delitti contro la libertà sessuale, mostra il dialogo serrato che viene a crearsi tra lui e il suo giudice, psicologicamente coinvolto dalle vicende dell’infame regime carcerario a cui l’imputato/condannato è tenuto a soggiacere; finché il “bel tenebroso” riuscirà a eludere una pesante quanto giusta condanna opponendo a questa la forza indomabile della sua scelta di libertà. Storie vere di un passato recente ma ancora attuale, elaborate con l’ausilio della memoria e della fantasia sulla scorta di copie di atti processuali, diari e lettere. Per rispetto delle disposizioni sulla privacy sono stati usati nomi di fantasia sia per i personaggi che per le località geografiche descritte, tutte attinenti al territorio compreso tra Padova, Vicenza, e Verona.

NICOLA CIPRIANI, fiorentino, classe 1929, è vissuto a lungo nel Veneto ove attualmente risiede. La sua carriera di magistrato si è svolta a Verona, Pretore e poi sostituto Procuratore della Repubblica e successivamente a Venezia, sostituto Procuratore generale in Corte d’appello. Si è conclusa Roma a 59 anni come Presidente agg. di Sezione presso la Corte di cassazione.Per un ventennio è stato professore a contratto nelle Università di Bologna, Verona, Ferrara e Roma. Ha fondato e diretto due Riviste giuridiche di polizia. Ha pubblicato oltre duecento tra articoli e volumi attinenti alle attività di giurista, di cultore di storia moderna e di storia della musica. Di recente ha pubblicato i saggi: Le tre Lucie, ovvero il percorso di tre vittime del pensiero maschile (ed. Zecchini, Sondrio 2003); Treviso 1848. Una storia del Risorgimento (ed. Scripta, Verona 2014); Offenbach. La cometa di Colonia nel cielo di Parigi. (ed. C.I.R.V.I. Torino 2017) e Relazioni criminali, Ricordi di un Pubblico Ministero, tre racconti (ed. O.G.E. Verona, 2020).

Relazioni Criminali Nicola Cipriani
Relazioni criminali